Le grandi case di Cadereyta ti danno il benvenuto

Cadereyta , Querétaro

  • LGBT

  • Zaino

  • famiglia

  • paio

Il Pueblo Mágico di Cadereyta, fondato nel 1640, apre la strada che ti conduce verso il semideserto dello stato del Querétaro.

VISITA UNA CITTÀ DEL VICEREAME

Percorri il maestoso centro e visita gli edifici rimasti a testimonianza della storia di indigeni, missionari, ufficiali e minatori che hanno condiviso ed esplorato il selvaggio territorio del semideserto. Passeggia per la piazza centrale decorata con pietre di fiume che formano un immenso tappeto striato. Lasciati trascinare dal movimento del suo chiosco tradizionale, circondato da antiche costruzioni dai colori giallo e ocra che custodiscono più di quattro secoli di storia coloniale. Passeggia lungo i meravigliosi portici abbelliti da immensi portoni di legno, vetrate, atri e balconi attraverso i quali scorre l'energia appassionata della città. Prenditi il tempo per fermarti davanti al Templo de San Pedro y San Pablo e ammira al suo interno la pala dell'altare maggiore in stile churrigueresco e l'orologio in stile porfiriano sulla facciata; ammira anche il Palazzo municipale e le imponenti case nobiliari.

Non puoi perderti il vivaio e il giardino botanico di Cadereyta, meritatamente annoverate tra le collezioni di piante cactacee più vaste del mondo.

GODITI LE FESTE, IL CIBO E L'ARTIGIANATO

Qui avrai modo di assistere a numerose festività; le più importanti sono quella di San Gaspar il 2 febbraio, quella di Nuestra Señora del Refugio il 4 luglio, e la commemorazione della fondazione di Cadereyta l'8 settembre. Prova i piatti tipici della regione, tra cui i più famosi sono le carnitas de cerdo, ossia bocconcini di maiale fritti nel loro grasso, il chicharrón de res, pelle di bovino fritta, e il fico d'India. Scopri anche il lavoro degli artigiani della regione; i prodotti in marmo e i finimenti sono i più popolari.

Segui la nostra playlist

Scopri come il Messico suona e viaggia attraverso gli angoli più belli del nostro paese attraverso il suo ritmo